Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - calindro

Pagine: [1] 2 3 ... 7
1
Radiotrasmettitori e Ricevitori / Re:Yaesu VX 7R sordo come una campana !!!
« il: Dicembre 07, 2015, 08:58:12 pm »
Ciao, volevo chiederti se hai poi risolto e quanto è stato "onesto" il tecnico. E' successo anche a me ed erano i filtri ceramici: il vx7 ne monta 2 del valore, spediti di circa 20€. Per mancanza di tempo l'ho portato ad un noto negozio di Roma ed ho speso la "modica" cifra di 90€.
Ciao
Tecnico amico..cambiati gratis...

2
Ponti ripetitori e Parrott- guide varie / Re:Filtro in cavità
« il: Ottobre 14, 2015, 08:39:20 pm »
Hai qualche dato di calcolo per un filtro 6 cavita per UHF per ponte ripetitore

Ho accesso a macchine CNC per costruirle ma mi serve un progetto consolidato

ciao
Iz8OZY
Ciao ti sei connesso alla fine !!

3
General Discussion / Re:ecchimeeee
« il: Settembre 11, 2015, 06:34:17 pm »
Ciao Leon, ben arrivato.
Da dopo le ferie questo forum è abbastanza tranquillo. ;D ;D ;D
Si tratta di un forum nuovo senza tutti quei divieti che ci sono sugli altri.
Basta essere educati ed usare buon senso..

Benvenuto

4
Radiotrasmettitori e Ricevitori / Re:LEIXEN 898 problemi di spegnimento
« il: Giugno 22, 2015, 06:21:08 pm »
fatto sostituito cavo alimentazione e provato pure su batteria  auto resettato pure  nulla come prima
MMHHH Allora invoca la l garanzia!!! se non è un falso contatto del portafusibile è qualcosa di interno.

5
Radiotrasmettitori e Ricevitori / Re:LEIXEN 898 problemi di spegnimento
« il: Giugno 19, 2015, 04:36:48 pm »
Ho acquistato un LEIXEN 898 e anche facendo il reset di tutto dopo circa 2 3 minuti si spegne da solo , notare che impostazione per farlo spegnere in automatico e disattivata .Vi allego filmato se qualcuno ha avuto problemi simili ed ha soluzioni sono ben accette grazie a tutti

https://www.youtube.com/watch?v=MMUOZmpekzY&feature=youtu.be
Ciao controlla il fusibile del cavo di alimentazione. A qualcuno falsi contatti sul cavo di alimentazione creavano questi problemi.
Ciao

6
Antenne e schemi di costruzione / Re:Dipolo verticale per V/U
« il: Giugno 16, 2015, 11:22:26 pm »
A chi cercasse una antenna ultra economica, leggera e performante, segnalo questo dipolo verticale bibanda

http://vk2zoi.com/articles/dual-band-half-wave-flower-pot/

Ne ho già realizzate alcune e sono una cannonata. Unica modifica, ho tolto una spira alla bobina, risuonava troppo bassa per me.






la/voglio provare.grazie

7
Certo. ..calcolato il balun alla perfezione...poi non essendo radio vaticana che usa una sola frequenza ed avendo scelto la canna da pesca per avere tutto in uno da 3 a 30 MHz..l impedenza fissa è solo un sogno.

Del resto non avrebbe senso studiare balun e canna per una sola frequenza....ti fai un dipolo che va moooolto meglio.
Battilio...la differenza tra teoria e pratica..tutto qui.
Ma che discorso stai facendo??? Hai scoperto l'acqua calda!!!! Si parlava solamente di come realizzare un balun e sul fatto che questo era difficile farlo con rapporti precisi e non di antenne ad impedenza fissa! E' chiaro che una ribakof è un compromesso e nonostante il balun su alcune bande ci vuole l'accordatore, diversa è una windom che se ben montata non hai problemi , ovviamente per le bande che la caratterizzano...vuoi far risuonare un'antenna? metti l'accordatore da palo ed un pezzo di filo ovviamente a scapito dell'efficienza.
Io per come la vedo quindi opinione personale quindi opinabile, mi affiderei più ad un dipolo multibanda avrei una certa efficienza ed un ros molto gerstibile, certo che avrei tutti i limiti del dipolo, ma piuttosto di avere un pezzo di filo...poi non ho mai capito perchè, se ci può stare un filo perchè non ce ne possono stare 2 o 3? Le soluzioni meccaniche ci sono e non sono costose! Comunque punti di vista...il mondo è bello perchè è vario.
Spero che il link di come costruire un balun sia utile a qualcuno che voglia divertirsi...si potrebbe fare un multibalun ed usarlo a seconda dell'impedenza della stessa antenna sulle varie frequenze!!!
Battilio....non ho scoperto niente.
E che Nei discorsi puntualizziamo cosi tanto che alla fine ci si dimentica da dove si e' partiti.
Il nocciolo erano le stazionarie tra balun e filo in una canna da pesca. Questo chiese Wilson.
Bene...a meno di non avere un adattamento perfetto tra balun e filo avremo riflessioni. Invece in una porzione minima di frequenza che statisticamente costituisce eccezione avendo un adattamento perfetto cio' non accade._

8
Certo. ..calcolato il balun alla perfezione...poi non essendo radio vaticana che usa una sola frequenza ed avendo scelto la canna da pesca per avere tutto in uno da 3 a 30 MHz..l impedenza fissa è solo un sogno.

Del resto non avrebbe senso studiare balun e canna per una sola frequenza....ti fai un dipolo che va moooolto meglio.
Battilio...la differenza tra teoria e pratica..tutto qui.

9
Senza che nessuno si scaldi più del dovuto, mi permetto di dire la mia ritenendo il topic una discussione tra amici in birreria.
A me sembra che non stiate dicendo cose troppo differenti.
Il punto su cui non vi trovate d'accordo è quello relativo alla trasformazione dell'impedenza e il fenomeno del "rimbalzo" del segnale.
Io a tal proposito avevo citato il caso della classica canna da pesca dove è presente un unun trasformatore attaccato al radiante dell'antenna.
Secondo il principio di Calindro, a rigore di logica, anche con tale configurazione dovrebbe tornare indietro RF a causa del disadattamento tra la linea di trasmissione e il radiante.
Ora, da quel poco di sperimentazione che ho fatto, a me non sembra proprio che questo accada.
Lo stesso sembrerebbe pensare Battilio ( una volta tanto siamo d'accordo... :P ).
Ma questo è spiegabile attraverso una interpretazione del fenomeno della trasformazione secondo cui l'energia che "rimbalza" a causa del disadattamento viene dissipata dal trasformatore.
Da qui, tra l'altro, il fenomeno del surriscaldamento dei toroidi che cresce col crescere del disadattamento.
Io l'ho buttata lì. Ora non mi massacrate..... :o
Tanto per freddare gli animi, birra per tutti!
Ciao  :D
Ciao Wilson..no...avevo scritto che se il balun fosse stato calcolato perfettamente ( cosa difficile) e trasformasse perfettamente l'impedenza a quella REALE del filo allora non ci sarebbero stati rimbalzi in quanto tutta l apotenza sarebbe stata trasferita!!!!

Viceversa, se il balun adatta" grosso modo "  come succede sempre, allora ci sarà un po di ros e quindi il fenomeno del rimbalzo, che comunque sarà in misura moderata!

73
Non è affatto difficile calcolare e realizzare un trasformatore d'impedenza, ma chi è che dice queste sciocchezze? (avrei voluto usare un altro termine!) Giorgio, non dare retta, ho realizzato decine e decine di trasformatori e per le antenne e per gli amplificatori di potenza, casomai il problema è farli a larga banda, e non parlo di frequenze come 2-30 Mhz, quando infatti vedo scritto di balun che fanno 0-60 Mhz, un'altra cosa difficile è trovare i toroidi giusti, cioè toroidi che siano effettivamente quello per cui vengono venduti.
 il ghigno parte in automatico...
Spiegazione della sciocchezza che ho detto !!! ( grazie di esserti contenuto!!)
La difficolta nasce dal fatto di ottenere un adattamento perfettoper avere ros 1/1 e il 100% del transfer dell'energia.
 
Per cui se l'antenna o meglio, il filo  ha un impedenza di (ipotesi) 673 ohm in una certa frequenza per ottenere un impedenza perfetta di 50 ohm  dovremo fare un rapporto 13,46:1...cosa non proprio facile. POi aggiungiamo che l'antenna si sposta di banda o magari si bagna di pioggia e i 673 ohm mutano. Ovvio magari è poca cosa ma esiste.
Ovviamente solo se parliamo dal punto di vista del fenomeno elettrico. Che poi di fatto sia trascurabile è un altra cosa.

10
http://www.radioassistance.com/

è di corsico, MI

ed è anche onesto, prova a dargli un colpo di tel se ti serve. per portarla ci organizziamo se serve con tuo cognato

ciao
Grazie

11
Citazione
Circa la lunghezza del cavo,per la quale questa non sia rilevante, per le riflessioni, non non ricordo bene ma la sua lunghezza non dovrebbe superare il 1/4 d'onda elettrico della frequenza in gioco, non ricordo poi se è il quarto d'onda o la mezz' onda sempre elettrica, che riflette fedelmente, ciò che è l'impedenza dell'antenna, ricordo che era scritto anche sul manuale delle giovani marmotte di PRT... ricordi Wilson?
Ciao ..attenzione il cavo disadattato si fa sentire con molto meno della lunghezza di 1/4 onda!!!!
1/4 onda è la lunghezza dove inizia  a fare danni seri!!!

In ultimo , ma già lo sai, lo dico solo perche "repetita iuvant"  una cavo è "trasparente" alla rf che transita SOLO in caso di adattamento.
Cioè tra generatore e carico a 50 ohm, la linea a 50 ohm NON esercita variazioni.

Se avessimo un generatore a 50 ohm e usassimo del cavo sat a 75 ohm  sarebbe meglio utilizzare un antenna tarata a 75 ohm! ( ros 1,5/1)
Se invece usassimo  l'antenna accordata con un imp 50 ohm avremmo due disadattamenti e un ros piu elevato.
Il primo disadattamento tra radio e linea  (50>75) e poi un altro tra line a e antenna (75>50).

Ciao

12
Radiotrasmettitori e Ricevitori / Yaesu VX 7R sordo come una campana !!!
« il: Giugno 14, 2015, 12:40:10 pm »
Ciao a tutti, ho acquistato su ebay usato la radio in oggetto.
Purtroppo come mi è arrivata e l'ho accesa mi sono reso conto subito che era totalmente sorda!

Se trasmetto con una radio affianco e tolgo l'antenna al VX7r  questo NON riceve
 Se trasmetto con una radio affianco e lascio l'antenna al VX7r  questo riceve un segnale oscillante 6/7
Se collego l'antenna e cerco di ricevere qualcosa di normale non ricevo nulla o quasi anche sostituendo l'antenna con una esterna.
Solo i segnali fortissimi passano ma molto bassi.
Ho resettato la radio per essere sicuro di non avere settaggi compromettenti

Ho aperto la procedura di reclamo ma se riuscissi a farla riparare economicamente lo farei perchè preferirei tenerla.

Qualcuno ha idea di cosa possa essere o conosce un tecnico onesto?

13
Senza che nessuno si scaldi più del dovuto, mi permetto di dire la mia ritenendo il topic una discussione tra amici in birreria.
A me sembra che non stiate dicendo cose troppo differenti.
Il punto su cui non vi trovate d'accordo è quello relativo alla trasformazione dell'impedenza e il fenomeno del "rimbalzo" del segnale.
Io a tal proposito avevo citato il caso della classica canna da pesca dove è presente un unun trasformatore attaccato al radiante dell'antenna.
Secondo il principio di Calindro, a rigore di logica, anche con tale configurazione dovrebbe tornare indietro RF a causa del disadattamento tra la linea di trasmissione e il radiante.
Ora, da quel poco di sperimentazione che ho fatto, a me non sembra proprio che questo accada.
Lo stesso sembrerebbe pensare Battilio ( una volta tanto siamo d'accordo... :P ).
Ma questo è spiegabile attraverso una interpretazione del fenomeno della trasformazione secondo cui l'energia che "rimbalza" a causa del disadattamento viene dissipata dal trasformatore.
Da qui, tra l'altro, il fenomeno del surriscaldamento dei toroidi che cresce col crescere del disadattamento.
Io l'ho buttata lì. Ora non mi massacrate..... :o
Tanto per freddare gli animi, birra per tutti!
Ciao  :D
Ciao Wilson..no...avevo scritto che se il balun fosse stato calcolato perfettamente ( cosa difficile) e trasformasse perfettamente l'impedenza a quella REALE del filo allora non ci sarebbero stati rimbalzi in quanto tutta l apotenza sarebbe stata trasferita!!!!

Viceversa, se il balun adatta" grosso modo "  come succede sempre, allora ci sarà un po di ros e quindi il fenomeno del rimbalzo, che comunque sarà in misura moderata!

73

14
Citazione

Quindi chiarito questo concetto, e tornando sul discorso che hai fatto prima, eliminiamo il cavo; l'accordatore è sotto l'antenna, appiccicato, propio per evitare alcun chè, è chiaro che l'antenna ha i suoi 1000 Ω ma seguendo il tuo discorso tra l'antenna e il bocchettone dove c'è scritto ANT dovrebbe esserci del ROS...?!?!?!?!?
La discussione sta arrivando piano piano a livello comico!!!
Tra accordatore ed antenna qualora ci sia interposta una linea  di una lunghezza rilevante ci sarà sempre ros perchè l'accordatore accorda cavo+antenna, ma quando arriva in antenna trova un impedenza diversa da quando era partito poichè non c'è piu il cavo.
Viceversa se fosse attaccato accordatore ed antenna direttamente NON ci sarebbe ros poiche l'impedenza vista dall'accordatore sarebbe quella reale dell'antenna!!

Citazione
Chi ti ha spiegato il funzionamento dell'accordatore te lo ha spiegato "ad cazzum" parafrasando il titolo del topic, probabilmente perchè visto il lavoro che fà gli mancano i concetti base, oppure tu hai interpretato male, l'accordatore NON VARIA L'IMPEDENZA DELL'ANTENNA! come potrebbe farlo se non si agisce sulla struttura fisica dell'antenna? l'accordatore d'antenna SEMPLICEMENTE riflette l'impedenza dell'antenna verso quella dell'apparato trasformandola, sia ben chiaro, TRASFORMA AL SUO INTERNO L'IMPEDENZA DEI 1000 Ω ai 50 Ω della radio esattamente come farebbe un BALUN o un UNUN con un rapporto 1:20
NO chi mi ha spiegato l'accordatore lo ha fatto bene, NON ho mai detto che l'accordatore varia l'impedenza dell'antenna e del resto NON potrebbe farlo in alcun modo!!! L?accordatore si adatta con la sua impedenza a quella che "vede" punto e basta...mai detto il contrario !!!

15
Ieri pomeriggio, ho parlato con un professore di elettronica riguardo al discorso delle stazionarie e della doppia immagine parlando di segnali video.
Ho fatto degli esempi tipici/classici di installazione e comunque nel caso in cui la configurazione dell'impianto trasmissivo sia eccitatore, finale, antenna, un eventuale ROS verrebbe dissipato dal circuito d'accordo, Pi greco o larga banda che sia, quindi non si avrebbe quel fenomeno di ritorno all'antenna del ROS anche se poi analizzando a livello numerico quei finali a largabanda che sono accordati in modo impreciso (e se ne trovano) esulerebbero, anche se in maniera trascurabile dal discorso di cui sopra.
Ho fatto quindi il discorso così come lo hai impostato tu...con l'accordatore, quindi nell'ipotesi in cui questo accordatore sia posto in modo che sia "scordato" il pgreco dell'accordatore non avrà i 50 ohm come nel trasmettitore allora li in quel caso ci sarà il ros che farà su e giù tra accordatore "scordato" ed antenna(anche se una minima parte di ROS "trascurabile" verrà comunque dissipato dall'accordatore) e nel caso della trasmissione video e SOLO VIDEO si noterà una sorta di doppia immagine che spesso viene recepita dal tv come un bordino bianco intorno alla sagoma dell'immagine trasmessa, che so una casa, un viso di una bella donna ecc. questo bordino bianco sara più accentuato quanto più la linea di trasmissione sarà lunga e sarà visibile solamente a chi sarà più vicino al trasmettitore in quanto 1W di ros non verrà ricevuto a 50Km di distanza (stò dando dei numeri a caso solo per far capire il concetto) quindi la quantità di ROS è direttamente proporzionale alla portata di visualizzazione del fenomeno, mentre la lunghezza della linea determina la misura del "bordino bianco" che in casi disperati si esprime come una doppia immagine!.
Sopra ho messo in risalto che il fenomeno riguarda solo il segnale video in quanto l'orecchio umano non è in grado di rilevare sfasamenti di segnale di questa entità, mentre un televisore si, certo che se al posto di un normale ricevitore mettessimo un analizzatore di spettro potremmo vedere lo sfasamento pur non ascoltandolo.
Se guardiamo adesso alle installazioni all'atto pratico questo fenomeno si potrà avere solo in quelle zone dove sia necessario installare una torre o un traliccio di una certa altezza 100 metri o più, zone geograficamente svantaggiate, che sò grandi pianure, tipiche di alcune nazioni, cosa che in italia non troveremo mai tranne la pianura padana ma che è ben servita dai monti circostanti.
Per cui l'articoletto da te postato ha un senso, ma solo in condizioni molto particolari, cioè nel caso in cui il circuito di accordo finale non abbia i 50 ohm, per cui alla fine non vorrei che l'articoletto seppur vero, quando viene estrapolato e presentato così come è senza specificare il contesto, rende il contenuto dello stesso, poco credibile, da qui la mia curiosità nell'andare a chiedere qualcosa che già sapevo, ma che volevo chiarire definitivamente.
La pulce nell'orecchio infatti è stato l'accordatore che tu hai inserito nell'esempio, insomma se c'è ci deve essere un motivo, per cui da qui la mia curiosità!
Come vedi non sono così impropositivo, come tu dici, la mia curiosità è la stessa di quella avuta da piccolo quando presi la scossa, il problema è che non ci sono persone che vanno alla ricerca delle informazioni, non c'è più la curiosità... tutto oggi è servito grazie al denaro, compro la radio compro l'antenna o il telefonino e parlo vedo chatto ecc. ecchissene frega come funziona!!!
Ciao Battilio, infatti l'articolo postato riguardava il "mismatch" cioè quando c'è disadattamento tra sorgente e cavo e carico e non vi sia alcun tipo di aggiustamento.

Tra di noi radioamatori è un po diverso infatti:

Poniamo  una linea composta da radio - cavo - accordatore - cavo - antenna
Poniamo un'antenna  disadattata
l'accordatore considerandolo un trasformatore di impedenza con un primario e un secondario .
Sul primario avremo i 50 ohm tutto ok!!
Sul secondario avremo 1000 ohm (ipotetici !!!)
1000 ohm perche??? perche' l'accordatore "vede" la linea coassiale (50ohm) +  l'antenna con un impedenza totale di 1000 ohm e si pone a quel valore.

Pero' il segnale attraversa il coassiale  che non è neutro ( perchè il coassiale è "trasparente" solo quando il linea è tutto adattato) e viene condotto in antenna.
Qui trova un antenna con una valore DIVERSO DAI 1000 OHM PERCHè QUELLO ERA UN VALORE TOTALE, quindi avremo nuovamente un disadattamento, per cui stazionarie per cui sergnale che torna indietro.

Questo perchè l'accordatore nei confronti dell'antenna "è sempre scordato" poichè lui accorda in toto ilcavo e l'antenna!!!! Ma l'energia RF si irradi anon nel coassiale ma solo sul carico .
Questo è il motivo per il quale si usano accordatori da palo.
Infatti stando sotto l'antenna la linea di tx è tendente a zero e il fenomeno rimbalzo+dissipazione è minimo.
Se cosi non fosse ...per quale motivo dovrei andare a mettere all'acqua e al sole  un oggetto elettronico e costoso che potrebbe stare comodo in stazione?

Quindi in definitiva l'accordatore con interposta una linea di una certa lunghezza è sempre "scordato" rispetto all'antenna ma è sempre accordato rispetto alla radio, poiche nel verso opposto sia l'accordatore che la linea tx che la radio sono a 50 ohm.

 

Pagine: [1] 2 3 ... 7