Autore Topic: DE INUTILITATE ACCORDAMENTI AB CAVUM COASSIALE.  (Letto 18748 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Battilio

  • Full Member
  • ***
  • Post: 117
  • Birre: 9
  • Velox ad Impetum
    • Mostra profilo
Re:DE INUTILITATE ACCORDAMENTI AB CAVUM COASSIALE.
« Risposta #60 il: Giugno 15, 2015, 08:53:18 pm »
Senza che nessuno si scaldi più del dovuto, mi permetto di dire la mia ritenendo il topic una discussione tra amici in birreria.
A me sembra che non stiate dicendo cose troppo differenti.
Il punto su cui non vi trovate d'accordo è quello relativo alla trasformazione dell'impedenza e il fenomeno del "rimbalzo" del segnale.
Io a tal proposito avevo citato il caso della classica canna da pesca dove è presente un unun trasformatore attaccato al radiante dell'antenna.
Secondo il principio di Calindro, a rigore di logica, anche con tale configurazione dovrebbe tornare indietro RF a causa del disadattamento tra la linea di trasmissione e il radiante.
Ora, da quel poco di sperimentazione che ho fatto, a me non sembra proprio che questo accada.
Lo stesso sembrerebbe pensare Battilio ( una volta tanto siamo d'accordo... :P ).
Ma questo è spiegabile attraverso una interpretazione del fenomeno della trasformazione secondo cui l'energia che "rimbalza" a causa del disadattamento viene dissipata dal trasformatore.
Da qui, tra l'altro, il fenomeno del surriscaldamento dei toroidi che cresce col crescere del disadattamento.
Io l'ho buttata lì. Ora non mi massacrate..... :o
Tanto per freddare gli animi, birra per tutti!
Ciao  :D
Ciao Wilson..no...avevo scritto che se il balun fosse stato calcolato perfettamente ( cosa difficile) e trasformasse perfettamente l'impedenza a quella REALE del filo allora non ci sarebbero stati rimbalzi in quanto tutta l apotenza sarebbe stata trasferita!!!!

Viceversa, se il balun adatta" grosso modo "  come succede sempre, allora ci sarà un po di ros e quindi il fenomeno del rimbalzo, che comunque sarà in misura moderata!

73
Non è affatto difficile calcolare e realizzare un trasformatore d'impedenza, ma chi è che dice queste sciocchezze? (avrei voluto usare un altro termine!) Giorgio, non dare retta, ho realizzato decine e decine di trasformatori e per le antenne e per gli amplificatori di potenza, casomai il problema è farli a larga banda, e non parlo di frequenze come 2-30 Mhz, quando infatti vedo scritto di balun che fanno 0-60 Mhz, un'altra cosa difficile è trovare i toroidi giusti, cioè toroidi che siano effettivamente quello per cui vengono venduti.
 il ghigno parte in automatico...
Spiegazione della sciocchezza che ho detto !!! ( grazie di esserti contenuto!!)
La difficolta nasce dal fatto di ottenere un adattamento perfettoper avere ros 1/1 e il 100% del transfer dell'energia.
 
Per cui se l'antenna o meglio, il filo  ha un impedenza di (ipotesi) 673 ohm in una certa frequenza per ottenere un impedenza perfetta di 50 ohm  dovremo fare un rapporto 13,46:1...cosa non proprio facile. POi aggiungiamo che l'antenna si sposta di banda o magari si bagna di pioggia e i 673 ohm mutano. Ovvio magari è poca cosa ma esiste.
Ovviamente solo se parliamo dal punto di vista del fenomeno elettrico. Che poi di fatto sia trascurabile è un altra cosa.
Ma dai mica ti offendi perchè ho detto che hai detto una sciocchezza!!!
Guarda ti chiedo scusa a prescindere... ;)
La spiegazione è semplice...ci sono dei calcoli matematici da fare, così come in BF si hanno trasformatori muti uscita con 2, 4, 6, 16, 32, ohm, alla stessa maniera lo si ottiene con la RF, cosi come quando necessiti di un trasformatore con il secondario a 6, 12 , 15, 22Volt oppure con gli amplificatori valvolari dove i filamenti vogliono 6,3 volt, se ti fai un giro su internet troverai come si ottiene il tutto, se vuoi un rapporto preciso, puoi farlo avvolgendo mezza spira oppure vari la presa sulla bobina di qualche cm ed avrai un rapporto voluto, anche con la virgola!!!
Devi inoltre calcolare che se al posto di 50 ohm avrai 52 o 48 ohm non succede mica nulla, lo strumento ti segnerà sempre 1:1, la maggior parte dei cavi in commercio hanno una tollenza di + o - 3 ohm, basta vedere le caratteristiche...
Un link carino per poter giocare a fare i balun...http://web.mclink.it/MC4868/balun/balun.htm
« Ultima modifica: Giugno 15, 2015, 11:21:35 pm da Battilio »

Offline calindro

  • Administrator
  • Full Member
  • *****
  • Post: 108
  • Birre: 11
    • Mostra profilo
Re:DE INUTILITATE ACCORDAMENTI AB CAVUM COASSIALE.
« Risposta #61 il: Giugno 16, 2015, 12:48:55 am »
Certo. ..calcolato il balun alla perfezione...poi non essendo radio vaticana che usa una sola frequenza ed avendo scelto la canna da pesca per avere tutto in uno da 3 a 30 MHz..l impedenza fissa è solo un sogno.

Del resto non avrebbe senso studiare balun e canna per una sola frequenza....ti fai un dipolo che va moooolto meglio.
Battilio...la differenza tra teoria e pratica..tutto qui.

Offline Battilio

  • Full Member
  • ***
  • Post: 117
  • Birre: 9
  • Velox ad Impetum
    • Mostra profilo
Re:DE INUTILITATE ACCORDAMENTI AB CAVUM COASSIALE.
« Risposta #62 il: Giugno 16, 2015, 09:31:07 am »
Certo. ..calcolato il balun alla perfezione...poi non essendo radio vaticana che usa una sola frequenza ed avendo scelto la canna da pesca per avere tutto in uno da 3 a 30 MHz..l impedenza fissa è solo un sogno.

Del resto non avrebbe senso studiare balun e canna per una sola frequenza....ti fai un dipolo che va moooolto meglio.
Battilio...la differenza tra teoria e pratica..tutto qui.
Ma che discorso stai facendo??? Hai scoperto l'acqua calda!!!! Si parlava solamente di come realizzare un balun e sul fatto che questo era difficile farlo con rapporti precisi e non di antenne ad impedenza fissa! E' chiaro che una ribakof è un compromesso e nonostante il balun su alcune bande ci vuole l'accordatore, diversa è una windom che se ben montata non hai problemi , ovviamente per le bande che la caratterizzano...vuoi far risuonare un'antenna? metti l'accordatore da palo ed un pezzo di filo ovviamente a scapito dell'efficienza.
Io per come la vedo quindi opinione personale quindi opinabile, mi affiderei più ad un dipolo multibanda avrei una certa efficienza ed un ros molto gerstibile, certo che avrei tutti i limiti del dipolo, ma piuttosto di avere un pezzo di filo...poi non ho mai capito perchè, se ci può stare un filo perchè non ce ne possono stare 2 o 3? Le soluzioni meccaniche ci sono e non sono costose! Comunque punti di vista...il mondo è bello perchè è vario.
Spero che il link di come costruire un balun sia utile a qualcuno che voglia divertirsi...si potrebbe fare un multibalun ed usarlo a seconda dell'impedenza della stessa antenna sulle varie frequenze!!!

Offline calindro

  • Administrator
  • Full Member
  • *****
  • Post: 108
  • Birre: 11
    • Mostra profilo
Re:DE INUTILITATE ACCORDAMENTI AB CAVUM COASSIALE.
« Risposta #63 il: Giugno 16, 2015, 11:10:29 pm »
Certo. ..calcolato il balun alla perfezione...poi non essendo radio vaticana che usa una sola frequenza ed avendo scelto la canna da pesca per avere tutto in uno da 3 a 30 MHz..l impedenza fissa è solo un sogno.

Del resto non avrebbe senso studiare balun e canna per una sola frequenza....ti fai un dipolo che va moooolto meglio.
Battilio...la differenza tra teoria e pratica..tutto qui.
Ma che discorso stai facendo??? Hai scoperto l'acqua calda!!!! Si parlava solamente di come realizzare un balun e sul fatto che questo era difficile farlo con rapporti precisi e non di antenne ad impedenza fissa! E' chiaro che una ribakof è un compromesso e nonostante il balun su alcune bande ci vuole l'accordatore, diversa è una windom che se ben montata non hai problemi , ovviamente per le bande che la caratterizzano...vuoi far risuonare un'antenna? metti l'accordatore da palo ed un pezzo di filo ovviamente a scapito dell'efficienza.
Io per come la vedo quindi opinione personale quindi opinabile, mi affiderei più ad un dipolo multibanda avrei una certa efficienza ed un ros molto gerstibile, certo che avrei tutti i limiti del dipolo, ma piuttosto di avere un pezzo di filo...poi non ho mai capito perchè, se ci può stare un filo perchè non ce ne possono stare 2 o 3? Le soluzioni meccaniche ci sono e non sono costose! Comunque punti di vista...il mondo è bello perchè è vario.
Spero che il link di come costruire un balun sia utile a qualcuno che voglia divertirsi...si potrebbe fare un multibalun ed usarlo a seconda dell'impedenza della stessa antenna sulle varie frequenze!!!
Battilio....non ho scoperto niente.
E che Nei discorsi puntualizziamo cosi tanto che alla fine ci si dimentica da dove si e' partiti.
Il nocciolo erano le stazionarie tra balun e filo in una canna da pesca. Questo chiese Wilson.
Bene...a meno di non avere un adattamento perfetto tra balun e filo avremo riflessioni. Invece in una porzione minima di frequenza che statisticamente costituisce eccezione avendo un adattamento perfetto cio' non accade._