Autore Topic: ROS e partite di pallone!!!! Forse ci siamo  (Letto 2364 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline calindro

  • Administrator
  • Full Member
  • *****
  • Post: 108
  • Birre: 11
    • Mostra profilo
ROS e partite di pallone!!!! Forse ci siamo
« il: Maggio 26, 2015, 09:05:11 pm »
Buongiorno a tutti, azzardo un esempio maccheronico per la spiegazione delle onde stazionarie a mia nonna. Non ho chiesto consiglio a nessuno per cui mi sto esponendo al pubblico ludibrio. Se dico fesserie fermatemi!!

Da "Le stazionarie secondo Calindro"

Partiamo con dei parallelismi
Calcio = RTX
Pallone= Onda radio
Materasso= Antenna

wow.....

Trasmetto un segnale , quindi do un poderoso calcio
parte un onda radio, quindi il pallone prende il via
Arriva in antenna che non assorbe tutta la potenza dell'onda, la pallonata arriva ad un materasso in veritcale che si deforma un po assorbendo l'energia ..ma non tutta!!

Che succede ???la palla( 3° principio della dinamica) ritorna indietro con una potenza che è la differenza di quella iniziale meno quella assorbita dal materasso

Il segnale nel cavo torna indietro con una potenza che è la differenza tra quello giunto in antenna e quello irradiato

la palla torna dove era stata tirata ma trova il mio piede che prende la pallonata si sposta un po indietro e assorbe una parte di energia ..ma poca..il pallone rimbalza nuovamente verso il suo bersaglio e einizia il gioco nuovamente.

Il segnale "sbatte" sull'accordatore adattatore unun ecc. che ne assorbe una parte il resto "rimbalza" nuovamente verso l'antenna dove risuccede quanto detto prima
OVVIAMENTE nel   tragitto il pallone incontra l'aria che fa attrito e assorbe un po di energia.
Il segnale RF viaggiando nel cavo incontra il rame che un pochino di energia la sottrae.

Il concetto è che le onde stazionarie NON esistono.....aspettate...fermi.........
Se tiro una pallonata  voi vedete un pallone volare...giusto...bene.
Se questo rimbalza e torna indietro voi lo vedete volarein senso contrario...bene.
Come lo chiamate ? "pallone stazionario" ma dai....e sempre lui che ha rimbalzato e torna indietro.

Bene il segnale RF se non viene irradiato torna indietro e siccome non se ne va dall'antenna...staziona..lo chiamiamo "stazionario" ma è sempre lui....
Infatti sarebbe piu giusto a mio avviso chiamarlo "Onda riflessa"

Quindi miei cari amici e non..se ammettiamo che un onda torni indietro dall'antenna una volta , questo puo' succedere ancora.
Non c'è motivo per cui un onda non possa rimbalzare piu di una volta

In ultimo spieghiamo perchè le stazionarie bruciano o possono bruciare i finali:

Do un calcio al pallone imprimendo una pressione pari a 100kg.
La mia scarpa regge pressioni di 120 kg....tuttu OK
Il pallone rimbalza sul muro e torna indietro con una forza residua di 60 kG
Trova il mio piede che stava calciando un'altra volta con la solita forza di 100 Kg ...ma BUUUM fa unoscontro frontale con la palla in senso inverso con i suoi 60kg.
La somma fa 160 Kg la mia scarpa muore sul campo nello svolgimento del proprio dovere non potendo reggere una botta superiore a 120KG.

Pero' se la palla arriva sfasata al mio calcio, cioè quando sto tirando il piede indietro per prendere la rincorsa la sua velocita si sottrarrà a quella del mio piede che accompagna la pallonata e addolcisce la botta.....e la scarpa  SALVA !!!!!
Bene..ora aprite la gabbia dei leoni !!!!!!!!!
« Ultima modifica: Maggio 26, 2015, 09:16:34 pm da calindro »

Offline Battilio

  • Full Member
  • ***
  • Post: 117
  • Birre: 9
  • Velox ad Impetum
    • Mostra profilo
Re:ROS e partite di pallone!!!! Forse ci siamo
« Risposta #1 il: Maggio 30, 2015, 06:13:42 pm »
Esempio non corretto, sia perchè un pallone e un materasso non hanno lo stesso comportamento dal punto di vista fisico rispetto ad un'onda,(mi ricorda la famosa corda usata spesso come esempio, ma è solo finalizzata a far capire il "concetto della riflessione" e non ad espletarne il corretto funzionamento) ed è errata in particolar modo in questa spiegazione:
la palla torna dove era stata tirata ma trova il mio piede che prende la pallonata si sposta un po indietro e assorbe una parte di energia ..ma poca..il pallone rimbalza nuovamente verso il suo bersaglio e einizia il gioco nuovamente.
L'onda torna indietro dove è stata generata ed incontra un circuito RLC che ha un'impedenza di 50 ohm, che dissipa l'onda, (infatti non si riesce a capire perchè non dovrebbe farlo, visto che l'impedenza è la stessa identica di un'antenna risonante!!!) che torna indietro cosicchè in seno a questo circuito RLC si forma una extratensione che si somma quella tensione d'alimentazione di normale esercizio la quale, in taluni casi , i più estremi porta alla rottura del transistor.
Ora Calindro la domanda te la faccio io:
lasciando stare il pallone, pessima metafora a mio modesto avviso, spiegami perché l'onda riflessa che torna indietro al trasmettitore incontrando in prima battuta, il circuito RLC, quest'ultimo avente un'impedenza di 50 ohm lo riflette di nuovo!
Fammè vedè stò Leone che fine fà!

Offline calindro

  • Administrator
  • Full Member
  • *****
  • Post: 108
  • Birre: 11
    • Mostra profilo
Re:ROS e partite di pallone!!!! Forse ci siamo
« Risposta #2 il: Maggio 30, 2015, 09:21:59 pm »
Esempio non corretto, sia perchè un pallone e un materasso non hanno lo stesso comportamento dal punto di vista fisico rispetto ad un'onda,(mi ricorda la famosa corda usata spesso come esempio, ma è solo finalizzata a far capire il "concetto della riflessione" e non ad espletarne il corretto funzionamento) ed è errata in particolar modo in questa spiegazione:
la palla torna dove era stata tirata ma trova il mio piede che prende la pallonata si sposta un po indietro e assorbe una parte di energia ..ma poca..il pallone rimbalza nuovamente verso il suo bersaglio e einizia il gioco nuovamente.
L'onda torna indietro dove è stata generata ed incontra un circuito RLC che ha un'impedenza di 50 ohm, che dissipa l'onda, (infatti non si riesce a capire perchè non dovrebbe farlo, visto che l'impedenza è la stessa identica di un'antenna risonante!!!) che torna indietro cosicchè in seno a questo circuito RLC si forma una extratensione che si somma quella tensione d'alimentazione di normale esercizio la quale, in taluni casi , i più estremi porta alla rottura del transistor.
Ora Calindro la domanda te la faccio io:
lasciando stare il pallone, pessima metafora a mio modesto avviso, spiegami perché l'onda riflessa che torna indietro al trasmettitore incontrando in prima battuta, il circuito RLC, quest'ultimo avente un'impedenza di 50 ohm lo riflette di nuovo!
Fammè vedè stò Leone che fine fà!
Ciao Battilio, mi sono spiegato male hai ragione.!

Nel caso di rtx senza accordatore il segnale muore dentro la radio, proprio perchè come giustamente hai fatto notare  trova i 50 ohm originari e quindi il circuito interno dissiperà tutta l'energia , qui nasce infatti il pericolo delle stazionarie che sommandosi all'onda diretta in trasmissione in quel momento genererebbero delle correnti fino a quasi il doppio di quelle originali, bruciando il povero finale.
 Mi riferivo ( mal'ho fatto male) ad una presenza di un circuito di accordo!

La metafora del pallone la trovo utile per far digerire al livello preventivo  con degli esempi il ros a chi non ha il minimo concetto di ros.
Per cui se parliamo di numeri complessi ad uno che ha fatto il liceo classico, questo presumibilemte non ci capira un cavolo, co pallone secondo me un po tutti hanno capito di che parliamo.


Offline Battilio

  • Full Member
  • ***
  • Post: 117
  • Birre: 9
  • Velox ad Impetum
    • Mostra profilo
Re:ROS e partite di pallone!!!! Forse ci siamo
« Risposta #3 il: Maggio 31, 2015, 08:39:06 am »
Esempio non corretto, sia perchè un pallone e un materasso non hanno lo stesso comportamento dal punto di vista fisico rispetto ad un'onda,(mi ricorda la famosa corda usata spesso come esempio, ma è solo finalizzata a far capire il "concetto della riflessione" e non ad espletarne il corretto funzionamento) ed è errata in particolar modo in questa spiegazione:
la palla torna dove era stata tirata ma trova il mio piede che prende la pallonata si sposta un po indietro e assorbe una parte di energia ..ma poca..il pallone rimbalza nuovamente verso il suo bersaglio e einizia il gioco nuovamente.
L'onda torna indietro dove è stata generata ed incontra un circuito RLC che ha un'impedenza di 50 ohm, che dissipa l'onda, (infatti non si riesce a capire perchè non dovrebbe farlo, visto che l'impedenza è la stessa identica di un'antenna risonante!!!) che torna indietro cosicchè in seno a questo circuito RLC si forma una extratensione che si somma quella tensione d'alimentazione di normale esercizio la quale, in taluni casi , i più estremi porta alla rottura del transistor.
Ora Calindro la domanda te la faccio io:
lasciando stare il pallone, pessima metafora a mio modesto avviso, spiegami perché l'onda riflessa che torna indietro al trasmettitore incontrando in prima battuta, il circuito RLC, quest'ultimo avente un'impedenza di 50 ohm lo riflette di nuovo!
Fammè vedè stò Leone che fine fà!
Ciao Battilio, mi sono spiegato male hai ragione.!

Nel caso di rtx senza accordatore il segnale muore dentro la radio, proprio perchè come giustamente hai fatto notare  trova i 50 ohm originari e quindi il circuito interno dissiperà tutta l'energia , qui nasce infatti il pericolo delle stazionarie che sommandosi all'onda diretta in trasmissione in quel momento genererebbero delle correnti fino a quasi il doppio di quelle originali, bruciando il povero finale.
 Mi riferivo ( mal'ho fatto male) ad una presenza di un circuito di accordo!

La metafora del pallone la trovo utile per far digerire al livello preventivo  con degli esempi il ros a chi non ha il minimo concetto di ros.
Per cui se parliamo di numeri complessi ad uno che ha fatto il liceo classico, questo presumibilemte non ci capira un cavolo, co pallone secondo me un po tutti hanno capito di che parliamo.
D'accordissimo, non è facile spiegare il fenomeno delle onde stazionarie, il concetto basato sulla "corda legata e fatta oscillare" e' di per se  quanto di più simile si avvicina al vero funzionamento, ma non è per niente esaustivo.
Il fenomeno è spiegabile chiaramente solo se hanno delle conoscenze di elettronica, a mia memoria ci fù un solo personaggio sui forum un certo Ottone su RK che spiegò in modo sufficientemente chiaro il fenomeno, parlando anche delle giunzioni del transistor finale base/collettore che fungeva da rettificatore della RF tornata indietro...peccato che anche lui si allontanò dal forum, per motivi che non spiego perchè riguardano la sua persona.
Su RK ci sono state persone veramente in gamba che potevano fare del forum un posto, a livello tecnico, paragonabile ad ARI Fidenza, ovviamente mi riferisco a certe persone di ARI Fidenza, purtroppo i compari e comparetti e non ultima la pubblicità, quindi il denaro, hanno deviato il forum, dove la maggior parte dei frequentatori sono "preparatori" per la CB camionara, o pmristi pappagallofoni alle prime armi...per carità ci devono essere anche loro, tutti siamo stati CB PMRisti ma se non hai la fortuna di trovare gente in gamba sul tuo percorso radioamatoriale sei e resterai quello che sei !
Chiedo scusa per questa parentesi un pò OT, ne ho approfittato per togliermi qualche sassolino dalla scarpa!  :-[ :-[ :-[